mercoledì 8 novembre 2017

Kyusho



Il Kyusho è l'arte di annientare un avversario mediante i cosiddetti "punti di pressione", ossia determinati centri nervosi disposti lungo i meridiani energetici del corpo umano.
Esso è il diretto erede del leggendario Dim Mak ( o Tocco della Morte ) sorto in Cina migliaia di anni fa.
Oggi il Kyusho viene tramandato sia come disciplina a se stante, che inglobato nei programmi più avanzati delle altre arti marziali orientali.
A differenza delle "zone vulnerabili" del Krav Maga, i punti di pressione devono essere premuti o colpiti con una determinata dose di energia e una data angolazione. Alcuni sarebbero in grado di causare persino malattie o la morte a distanza di mesi.
La mappatura di questi punti, definita "mappa nera" per distinguerla dai corrispettivi punti dell'agopuntura che se premuti danno sollievo e benessere, venne tracciata per la prima volta dai fautori del Dim Mak per difendersi dalle bande di predoni che saccheggiavano i templi. Gli esperimenti per localizzarli costarono un ingente numero di vite umane.

Nessun commento:

Posta un commento